Procedimento dell’Antitrust contro Enel e Servizio Elettrico Nazionale: maxi-conguagli nel mirino

C’era anche Codici tra le associazioni impegnate nel procedimento avviato dall’Antitrust. L'Associazione impegnata a tutela dei consumatori

C’era anche Codici tra le associazioni impegnate nel procedimento avviato dall’Antitrust nei confronti di Enel Energia e Servizio Elettrico Nazionale per il comportamento tenuto dalle due società sulla disciplina della prescrizione biennale con specifico riferimento alle fatture emesse dal 1° gennaio 2020 recanti importi prescrittibili per consumi pluriennali, i cosiddetti maxi-conguagli.

“L’Autorità ha deciso di non sanzionare Enel e Sen – afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici –, ma di rendere obbligatori gli impegni che hanno assunto. Alla luce di questo verdetto, vigileremo sul rispetto di questi impegni per tutelare i consumatori. Tra rincari, fatturazioni e proposte commerciali poco chiare, purtroppo quello dell’energia continua ad essere un settore pieno di insidie per gli utenti e la situazione con i rincari è peggiorata”.

Le verifiche condotte dall’Autorità hanno preso le mosse dai casi segnalati riguardanti il rigetto delle istanze di prescrizione biennale relative a fatture emesse a seguito di operazioni di ricalcolo o revisione dei consumi. Il procedimento si è concluso, come detto, con la disposizione da parte dell’Antitrust alle due società di rendere obbligatori gli impegni. Si tratta nello specifico di: contatto telefonico di caring per tutti i clienti che hanno presentato un’istanza di prescrizione; invio prospetto contabile personalizzato della posizione del cliente nel caso di fatture di rettifica; revisione format risposte a istanze e reclami ed attività formative per operatori addetti alla gestione degli stessi; revisione e adeguata informativa al cliente per le istanze di prescrizione respinte relative a fatture interessate da rettifiche di fatturazione. Enel si è anche impegnata ad una revisione e adeguata informativa al cliente per le istanze e reclami non accolti relativamente alla casistica di malfunzionamento del contatore rilevato dal distributore. 

Gli Sportelli dell’associazione Codici sono a disposizione dei consumatori per raccogliere segnalazioni per quanto riguarda non solo la questione della prescrizione biennale, ma più in generale eventuali irregolarità o criticità nelle bollette, tra costi sospetti, forniture attivate senza consenso e modifiche contrattuali non illustrate in maniera adeguata. Per chiarimenti ed assistenza è possibile telefonare al numero 065571996 o scrivere all’indirizzo segreteria.sportello@codici.org.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

I soldi per le vacanze sono finiti: oltre 6 milioni di italiani resteranno a casa questa estate

Il 33% di chi resterà a casa per ragioni economiche ha detto che non partirà a causa del rincaro dei prezzi legati alla vacanza stessa

Arpino – Per 158 studenti al via l’esame di Maturità, grandi emozioni tra i banchi di scuola

Arpino - Gli studenti dell'IIS "Tulliano" affrontano l'esame di maturità con il sorriso sulle labbra e gli occhi che guardano al futuro

Frosinone – Al via la Pride Week, sabato la parata finale del comitato arcigay “Stonewall”

La Pride Week si concluderà sabato 22: appuntamento alle 16:00 in Piazza Martiri di Vallerotonda per poi sfilare su Via Aldo Moro

Maturità 2024, cosa ascoltano gli studenti alle prese con gli esami

È nella colonna sonora di 9 studenti su 10: "Notte prima degli esami", dopo 40 anni, resta il pezzo mainstream più ascoltato

Pubblica illuminazione e tutela del verde, le elezioni non fermano la manutenzione

Cassino - Attenzione, in particolare, all'ambiente, che con l’approssimarsi dell’estate richiede interventi con maggiore frequenza

Addio ‘pizzo’: la criminalità si sposta sul metaverso e dark web

Hacker professionisti a libro paga, sommergibili radiocomandati e droni per gestire il traffico di droga e di armi e altro: le ‘cybermafie’
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -