Urologia, l’eccellenza al Santissima Trinità di Sora

Le sfide future dell’attività urologica del Santissima Trinità di Sora prevedono l'utilizzo di nuove ed importanti tecnologia

Attivazione del servizio di telemedicina per evitare ai pazienti accessi in ospedale solo per controllo degli esami, e avvio del servizio di biopsia prostatica con tecnica fusion, ma non solo.

Le sfide future dell’attività urologica del Santissima Trinità di Sora, diretta dal Dott. Salvatore Mario Prata, prevedono anche l’utilizzo del laser per il trattamento della calcolosi vescicale e dell’energia bipolare per gli interventi di ipertrofia prostatica e neoplasia vescicale per un reparto all’avanguardia.

Dottor Prata, com’è caratterizzata l’attività ambulatoriale del centro?
“L’attività urologica viene svolta all’interno della Chirurgia Generale dell’ospedale Santissima Trinità di Sora con posti letto dedicati e siamo in grado di offrire sia trattamenti chirurgici che visite specialistiche.

L’attività chirurgica vede il trattamento soprattutto di neoplasie vescicali e ipertrofia prostatica per via endoscopica oltre alla patologia dell’apparato genitale maschile (idrocele, varicocele, fimosi) per un totale di circa 250 interventi l’anno.

L’ambulatorio urologico prevede le visite specialistiche sia urologiche che andrologiche, le cistoscopie e le biopsie prostatiche oltre alle consulenze per gli altri reparti e per il Pronto Soccorso per un totale, in epoca pre Covid, di quasi 5000 prestazioni l’anno”.

Tale attività è stata obbligatoriamente ridotta in questi ultimi due anni attestandosi comunque sulle 2500 prestazioni annuali.

Qual è la novità importante degli ultimi tempi?
“In collaborazione con la Radiologia, da due mesi, è stato attivato, in regime di day hospital, il servizio di risonanza prostatica multiparametrica per la diagnosi dei tumori prostatici, considerato che annualmente viene individuato un numero elevato di queste neoplasie.

Vengono effettuate le istillazioni endovescicali di chemioterapici e immunostimolanti per il controllo delle neoplasie vescicali e per impedirne o almeno ridurne il tasso di recidiva.

Siamo pronti a raccogliere le sfide per il prossimo futuro con i quali saremo in grado di offrire alla cittadinanza maggiori servizi”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

Articoli correlati
leggi altro

Arce – I locali della Guardia Medica strategici per la nuova sanità di prossimità

Il Direttore Generale dell’Asl ha prospettato la possibilità di un punto di accesso per le nuove opportunità offerte dalla telemedicina

Covid, l’epidemiologo: “Serve più chiarezza sui vaccini ma ora la vera emergenza è l’influenza”

Massimo Ciccozzi spiega la differenza tra i due vaccini aggiornati e lancia un appello a fragili e anziani: "Fate subito l'antinfluenzale"

Carcinoma della mammella: management multidisciplinare dallo screening alla terapia

Sora - Partecipato e intenso il convegno che si è tenuto presso la Sala Conferenze Simoncelli: un'occasione di dibattito e confronto

“Più morti per cancro dove c’è inquinamento, ora è una certezza”: lo studio

Le abitudini di vita sane non bastano dove c'è un inquinamento molto alto, il dato è palese: lo dimostra un nuovo studio

Medicina sportiva, importante convegno all’Olimpico: presenti anche i professionisti del Frosinone Calcio

Presenzieranno il responsabile sanitario del club, dottor Andrea D’Alessandro e l’ortopedico di riferimento, il dottor Filippo Maria Ranaldi

Evoluzione e futuro della chirurgia e della terapia medica otorinolaringoiatrica

Il 23 e 24 settembre prossimi, ad Anagni, un congresso con tutti gli specialisti in otorinolaringoiatria e affini di Roma e del Lazio
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -